L’associazione culturale e museale di Villandro

Dal 1997 un gruppo di Villandresi sta rinnovando le gallerie della miniera “Pfunderer” che stava per cadere nell`oblio. Così sia ospiti che indigeni possono farsi un`idea del lavoro duro dei nostri avi.

Con grande impegno e in lavoro di carica onorifica detrito è stato portato fuori dalle gallerie. Adesso la galleria Elisabeth è camminabile ed aperto al pubblico. E durante le guide possono essere raccontati le mille anni di storia della miniera di Villandro.

Nel 1997 8 per lo piú giovani uomini di Villandro, che già avevano scoperto vecchie gallerie sul Pfunderer Berg e sul Seeberg, fondarono un´associazione con lo scopo di far conoscere l´intera
area mineraria e rendere accessibile al pubblico una o due gallerie. Nei primi 15 anni furono svolte circa 60.000 ore di lavoro.
Chi lavora per l´associazione può diventarne membro. Numero dei membri ad aprile 2012: 18 minatori/compagni.
Nel 2000 venne regalata all´associazione una casa di legno che fu posta su una base di muratura. Così si ebbe un primo punto di appoggio per il lavoro e le visite guidate, le quali furono avviate nel 2003 nella galleria Elisabeth.
Nel giugno del 2003 anche la galleria Lorenzen fu resa accessibile e messa in collegamento con la galleria Elisabeth tramite 300 gradini.
Giugno 2006: ampliamento di ambienti per i visitatori (spogliatoi e strutture sanitarie).
Dicembre 2009: indagini archeologiche in tutto l´areale minerario a Rothlan, impianto di due sentieri e miglioramento della scala di accesso.

L`associazione è costituita di 24 persone:

Anranter Konrad; Augschöll Konrad; Baumgartner Walter; Brunner Stefan; Egger Thomas; Erlacher Pastori Marianne (vicepresidentessa); Gasser Christian; Gasser Engelbert; Gasser Hans Peter; Gasser Konrad; Gasser Thomas; Gruber Christof; Gruber Karl; Gruber Otto; Gruber Robert (presidente); Huber Albin; Huber Walter; Krapf Helmut; Kusstatscher Sepp; Mayrhofer Andreas; Niederstätter Josef; Senn Konrad; Senn Thomas; Webhofer Ernst;